Tournèe in Puglia: Lama d’Antico, Fasano

Il villaggio rupestre di Lama d’Antico rappresenta una delle lame più suggestive ed interessanti del territorio pugliese e si trova a tre chilometri da Fasano, sull’asse della provinciale Fasano-Savelletri verso il mare. Composto da grotte collegate da sentieri e scalette intagliate nel tufo ed edifici in muratura, Lama d’Antico è uno dei più vasti ed articolati villaggi rupestri della Puglia (secondo alcune stime poteva ospitare al suo interno un numero di 700 – 800 persone) ed è stato utilizzato probabilmente dall’età preistorica sino all’inizio dell’età moderna. Le abitazioni sono scavate direttamente nella roccia e sono addossate alla grande chiesa rupestre, fulcro della lama, costruita intorno alla fine dell’XI secolo per soddisfare le esigenze di una comunità cresciuta di numero soprattutto negli anni in cui il rito latino portato dai Benedettini si affermava su quello greco.

Lama-d'Antico

La chiesa, di notevole interesse sia per il disegno architettonico sia per le pitture conservate, si trova sul costone nord in posizione sopraelevata e presenta una pianta rettangolare divisa in due navate. La sua facciata doveva essere originariamente affrescata, così come l’interno: la parete sulla quale si apre l’abside presenta ancora oggi affreschi su tutta la sua superficie. Nella sua parte superiore è collocata la Deesis, con il Cristo Pantocratore tra la Vergine con il Bambino e S. Giovanni Battista. Anche tutta la serie degli archetti doveva essere affrescata, anche se oggi rimangono in discreto stato solo le tre figure che si trovano lungo la parete di fronte all’entrata. All’interno e nei pressi della chiesa si trova una zona cimiteriale, mentre le abitazioni, ampie o più modeste, sono costituite da due o più vani (uno dei quali adibito a stalla), con nicchie-ripostiglio scavate nelle pareti, lucernai, focolare, panche, pozzi e piccole cisterne. In epoca anteriore, il culto ortodosso era stato officiato in una piccola cappella a croce greca, ancora visibile, addossata al fianco destro della chiesa maggiore. Unicum fra gli insediamenti rupestri della Puglia, Lama d’Antico potrebbe essere il probabile nucleo originario della città di Fasano, mentre sono incerte le origini del suo nome, in quanto mancano documenti attestanti l’ipotesi che Antico stia ad indicare proprio le origini remote del luogo. Potrebbe trattarsi, invece, del nome di un proprietario del sito in tempi relativamente recenti.

di Lorena Perchiazzi